Top cucina: come scegliere il migliore in base alle tue esigenze

Qual è il miglior piano per la cucina? La risposta non è univoca, ma basata su un’attenta valutazione delle tue abitudini, dei tuoi gusti e delle tue aspettative.

Quando arriva il momento di scegliere il piano della cucina, entrano in gioco tanti fattori che rendono la scelta difficile. Non solo estetica e design, un buon piano di lavoro per la cucina deve essere resistente, pratico e funzionale

Nel mercato attuale vengono proposti tantissimi materiali differenti, ognuno in grado di rispondere efficacemente a requisiti diversi.

I tempi sono cambiati e sembrano passati secoli dai giorni in cui ci si limitava alla scelta del colore di un laminato. 

Abbiamo scritto questa guida proprio per aiutarti.

Ecco le principali categorie che devi conoscere per una scelta più consapevole.

Top cucina in laminato

Fino a qualche anno fa era il top per cucine più utilizzato. Composto da un pannello in particelle di legno rivestito, si tratta di un materiale economico, ma è possibile reperirne di diversa qualità. Scegliere un laminato dal costo eccessivamente basso è spesso sinonimo di bassa resa estetica e, certamente, breve durata.

Laminato Abet

Oltre al prezzo, uno dei principali vantaggi del laminato è la vastissima offerta di colori a disposizione: la scelta spazia infatti dalle tinte più classiche e tradizionali alle finiture innovative e particolari che generano effetti materici di pietre e legni.

Altra importante caratteristica da non trascurare è la praticità: il laminato ha una buona resistenza ai graffi e facilita la rimozione delle macchie, un pericolo sempre vivo in cucina.

Di contro, il principale limite tecnico di questo top per cucine è rappresentato dalla sensibilità al calore: è sconsigliabile appoggiare sul laminato pentole o padelle appena tolte dal piano cottura, perché andrebbero certamente a intaccarne la superficie.

Inoltre, è importante fare attenzione a possibili infiltrazioni d’acqua che possono provocare rigonfiamenti e scollamenti.

Il piano cucina in laminato è disponibile in diversi spessori, i più diffusi sono da 2 a 6 cm.

Top cucina in HPL

Il piano cucina in HPL rappresenta l’evoluzione del top cucina in laminato. Si tratta di un laminato a forte spessore (12 mm) ad alta pressione (HPL): un top cucina in HPL è costituito interamente da strati di fibre di cellulosa combinati con resine termoindurenti che lo rendono un materiale molto durevole. 

Il laminato HPL resiste ai danni causati dall’acqua, dal vapore e dalle infiltrazioni. Inoltre, a differenza dei classici piani in laminato, l’HPL resiste a temperature fino a 180° (ma consigliamo sempre l’uso di una sottopentola).

Tutte queste caratteristiche rendono questo tipo di piano molto pratico, funzionale e con un notevole impatto estetico, grazie alle infinite finiture a disposizione.

Un’altra caratteristica interessante dell’HPL è la possibilità di realizzare lavelli integrati con la stessa finitura del piano, creando continuità e coerenza fra le superfici.

Inoltre, il piano in HPL è maneggevole e lavorabile in loco, consentendo la realizzazione di superfici di dimensioni e forme ad oggi non consentite da altri materiali.

Top cucina in quarzo

Il quarzo è un materiale assolutamente liscio e dalla bassa porosità, caratteristica che lo rende inassorbente e quindi particolarmente igienico.

Il top per cucine in quarzo si contraddistingue rispetto alle altre soluzioni per l’estrema durezza e resistenza all’abrasione.

Va comunque posta attenzione perché questo top non è così resistente alle fonti di calore, che possono provocare macchie dovute al surriscaldamento delle resine o crepe per l’elevata differenza di temperatura.

È consigliabile evitare di appoggiare sul piano di lavoro padelle e pentole appena tolte dai fornelli o dal forno.

La continua innovazione e l’interminabile ricerca hanno recentemente dato alla luce nuove interessanti finiture nei top per cucine in quarzo, grazie all’introduzione di lavorazioni che riproducono gli effetti delle pietre naturali.

Tra i Brand più innovativi in questo campo possiamo citare Silestone e Santamargherita, tra i più apprezzati e impiegati all’interno dei nostri progetti.

Top cucina in pietre naturali

Questi piani, generalmente in marmo o granito, sono perfetti per chi ricerca l’unicità e le sensazioni che soltanto un prodotto naturale può regalare.

Entrambi hanno incomparabili caratteristiche estetiche: un top cucina in granito è più resistente e longevo, mentre un top cucina in marmo è più pregiato ma molto poroso.

Il marmo è una pietra naturale prestigiosa, sinonimo di ricercatezza ed eleganza. Proprio per questo il top cucina in marmo è spesso abbinato a cucine molto sofisticate, destinate ad ambienti lussuosi. 

Dal punto di vista estetico, il marmo garantisce un’estrema versatilità, grazie alle infinite declinazioni di colore presenti in natura.

Resistente alle abrasioni e agli urti, è però sensibile agli acidi e alle macchie in genere. Esteticamente appagante, è una scelta impegnativa ma in grado di valorizzare in modo unico la cucina.

Il granito, invece, è una pietra altamente resistente ai graffi e alle variazioni di temperatura, poco porosa e molto compatta.

Per evitare di danneggiare o macchiare la superficie, si raccomanda un’adeguata pulizia del piano ad ogni utilizzo. Passando semplicemente un panno con acqua calda e sapone, aiuteremo la superficie a non perdere la propria lucentezza e unicità.

Unicità che si ritrova anche nelle sue colorazioni: in quanto pietra naturale, il granito non presenta un’ampia gamma di colorazioni, ma disegna lastre uniche e irripetibili.

I piani in pietra naturale hanno un fascino intrinseco che per essere preservato va curato durante gli anni.

Top cucina in grès

Il top cucina in gres è una miscela di materie naturali pressate e sottoposte a un processo di cottura ad oltre 1.200 gradi che lo rende resistente ai graffi e agli sbalzi termici.

A livello estetico, innanzitutto, la liberta è totale: che si voglia una tinta unita, un effetto pietra o un effetto legno, si troverà sicuramente la soluzione più adatta a quello che cerchiamo.

Per quanto riguarda la resistenza il gres è uno dei materiali più all’avanguardia: anche con le pentole più calde la superficie non si rovina e il colore non cambia nel tempo.

A differenza dei piani realizzati con piastrelle di grandi dimensioni, le lastre del top cucina in grès non presentano fughe e di conseguenza punti in cui si possa annidare lo sporco.

Sono quindi di facile pulizia e richiedono minima manutenzione.

Per queste sue caratteristiche di eccellenza il prezzo del piano cucina in gres è più elevato di altri tipi di materiale.

Fra i piani in grès più diffusi e apprezzati troviamo Neolith, Dekton e Laminam, ognuno realizzato con la sua particolare composizione, garantendo sempre il massimo della performance.

Qual è il piano lavoro ideale per la mia cucina?

Come sceglier il miglior top per la tua cucina? Dipende da tanti fattori.

Un consiglio sempre valido è quello di partire da una valutazione legata al design e la conformità al resto dell’arredo. Esistono top per cucine che stonerebbero in particolari ambienti, quindi presta attenzione a quale materiale sarebbe più indicato per una cucina contemporanea, una cucina classica, o una cucina classica-contemporanea.

Il passo successivo è chiedersi: quale grado di cura e attenzione presteremo alla nostra cucina? Piani lavoro in grès sono sicuramente meno impegnativi, ma top cucina ricavati con materiali naturali come marmo e granito sono gli unici in grado di conferire un tocco di prestigio autentico a cucine dallo stile classico o classico-contemporaneo.

Aspetto, prezzo, durabilità. Questi i principali fattori da tenere in considerazione. Il consiglio di un esperto di cucine è comunque il modo migliore per fugare ogni dubbio e prendere in considerazione nuovi spunti per il tuo arredo.

Se vuoi una cucina più funzionale e più bella, non esitare a contattarci per fissare un appuntamento.

Condividi:

Scopri le offerte del nostro Shop

Arredamento, complementi e biancheria per la casa delle migliori marche direttamente a casa tua

I nostri consigli:

Categorie

Qual è il tuo stile di arredo?

Scoprilo con il nostro STYLE QUIZ e scarica la guida per arredare come un vero designer d’interni!